rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Isola / Via Luigi Porro Lambertenghi

L'algoritmo della Questura anticipa i rapinatori: presi subito dopo il colpo

I rapinatori sono stati arrestati all'uscita del supermercato. Gli agenti erano lì grazie ai dati elaborati dal Key crime: ecco cos'è

Erano al varco, pronti ad entrare in azione. Sono arrivati addirittura prima dei ladri e li hanno attesi all'uscita del supermercato Carrefour di via Porro Lambertenghi. Tutto grazie al Key crime della Questura, il software specializzato per i rapinatori seriali. 

Proprio grazie all'ultima "invenzione" degli agenti milanesi, due poliziotti dei falchi venerdì sera alle 19.25, orario della rapina, erano già pronti ad intervenire.

Meno di un minuto per puntare le due pistole - una vera, l'altra una scacciacani -, rubare poco più di trecento euro e tentare la fuga. Tutto inutile, però, perché i due ladri - un trantaseienne e un quarantacinquenne - sono stati bloccati proprio fuori il supermercato (video). 

A mandare lì i due agenti era stato l'algoritmo messo a punto dall'assistente capo Mario Venturi, responsabile del programma. Il Kei crime immagazzina i dati dalle relazioni di servizio e dall'analisi delle telecamere, elabora mappe e orari e da lì crea un'ipotesi sul prossimo colpo, con tutti i dettagli possibili. 

Il Carrefour di via Porro Lambertenghi era stato infatti colpito il 2 e il 9 gennaio - due venerdì - e il 12 e 19 febbraio - altri due venerdì. Il computer ha immagazzinato le informazioni, le ha elaborate e ha inviato gli agenti. A colpo sicuro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'algoritmo della Questura anticipa i rapinatori: presi subito dopo il colpo

MilanoToday è in caricamento