Cronaca Via Dante Alighieri

Pistola in pugno rapinano la farmacia, poi fuggono con la moto intestata a loro: presi

Il rapinatore è stato arrestato, mentre il "palo" - e pilota - è stato denunciato. Le foto

I rapinatori in fuga

Uno era entrato nella farmacia e, dopo aver minacciato la dipendente, era uscito con il bottino in un sacchetto di plastica. L'altro, invece, era rimasto all'esterno pronto per la fuga. Così, insieme, erano scappati e avevano fatto perdere le proprie tracce. O almeno di questo erano convinti perché il mezzo scelto per scappare - una motocicletta Honda nera - di tracce ne aveva lasciate eccome. 

È durata poco più di due ore la "latitanza" dei due malviventi - un ventottenne milanese e un cinquantenne lodigiano - che mercoledì pomeriggio hanno rapinato la farmacia Verri di via Dante Alighieri a San Zenone al Lambro. Il giovane, con una pistola in pugno e un casco integrale a coprirgli il volto, aveva fatto irruzione nel locale, si era fatto consegnare 900 euro in contanti e poi era fuggito insieme al complice, che lo attendeva a bordo della moto. 

Proprio la motocicletta, però, ripresa dalle telecamere comunali di San Zenone, ha tradito i due. Nonostante i malviventi avessero messo del nastro adesivo sulla targa, i militari sono infatti riusciti a risalire al modello e al proprietario, che è poi risultato essere il cinquantenne. 

Lui è stato trovato in casa sua in provincia di Lodi ed è stato denunciato a piede libero, mentre il ventottenne è stato trovato nel suo appartamento di Vizzolo Predabissi ed è stato arrestato.

In casa del giovane i carabinieri hanno sequestrato una pistola scacciacani senza tappo rosso - la stessa usata per il colpo - e il giubbotto indossato al momento della rapina. 

Foto - I rapinatori ripresi dalle telecamere

rapinatori moto carabinieri-4

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistola in pugno rapinano la farmacia, poi fuggono con la moto intestata a loro: presi

MilanoToday è in caricamento