menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'aggressione contro la commessa

L'aggressione contro la commessa

Rapina milionaria nella gioielleria Eleuteri al Quadrilatero della Moda: arrestati due banditi

I responsabili della rapina operavano con modalità analoghe a quelle dei "Pink Panthers"

Il colpo era di quelli milionari. Una commessa era stata immobilizzata e avevano svaligiato la gioielleria. La polizia di Stato ha individuato due cittadini serbi, I.U. di anni trenta e A.S. di anni ventinove, ritenuti responsabili della rapina  del ventuno settembre 2016 presso la gioielleria “Eleuteri” di via Sant’Andrea.

VIDEO: Le immagini della violenta rapina

Immagine-18-3

Dall’attività investigativa, condotta dalla Squadra Mobile di Milano, è emerso che i responsabili della rapina operavano con modalità analoghe a quelle dei “Pink Panthers”, cioè un gruppo di rapinatori che ha colpito gioiellerie delle maggiori città europee.

Dopo un primo sopralluogo effettuato qualche giorno prima, il ventuno uno dei rapinatori si era presentato alla dipendente come finto cliente, parlando in lingua inglese, e dopo aver chiesto di visionare alcuni gioielli ha aggredito la donna legandole mani e piedi con delle fascette di plastica. Poi ha aperto la porta al proprio complice e, dopo aver svuotato la cassaforte, sono fuggiti in bicicletta.

L’attività investigativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione del Gabinetto Regionale Polizia Scientifica e attraverso la proficua collaborazione con il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Coronavirus

Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento