Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Brera / Via Pontaccio

Rapina da 200mila euro in una gioielleria a Milano: arrestati membri dei "Pink Panthers"

La gang di origine balcanica è famosa nel mondo per i modi spregiudicati e spettacolari

La Polizia di Stato ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti degli autori della rapina commessa il 20 dicembre 2017 in via Pontaccio a Milano ai danni della gioielleria "Paradiso Luxury" e appartenenti al gruppo di origine balcanica criminale denominato "Pink Panthers", famoso in tutto il mondo per i modi spregiudicati e spettacolari delle rapine commesse.

Video: ecco le immagini della rapina

Gli arresti sono stati eseguiti dalla Sezione Reati contro il Patrimonio - guidata da Francesco Giustolisi - della Squadra Mobile, coordinata da Lorenzo Bucossi. 

La rapina in gioielleria

A essere presa di mira è stata la gioielleria "Paradiso Luxury", svaligiata poco prima delle 11 da due uomini, che sono riusciti a entrare nel locale fingendosi clienti. Una volta all'interno, uno dei due malviventi ha estratto una pistola puntandola contro i dipendenti, che si sono immediatamente rifugiati nel retro del negozio. A quel punto, l'altro rapinatore ha sfondato una vetrina e ha afferrato numerosi orologi di lusso. 

Dopo il colpo, la coppia si è allontanata a piedi in direzione Brera e ha fatto perdere le proprie tracce. Sul posto sono immediatamente intervenuti i poliziotti, che hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza e hanno ascoltato i lavoratori. 

Sembra, stando ai primissimi accertamenti, che l'arma usata per il colpo fosse una scacciacani e che i due rapinatori fossero due italiani di circa quaranta anni. Il valore degli orologi rubati - ancora da quantificare con precisione - potrebbe avvicinarsi ai 200mila euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina da 200mila euro in una gioielleria a Milano: arrestati membri dei "Pink Panthers"

MilanoToday è in caricamento