rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Porta Magenta / Corso Vercelli

Rapine in gioielleria, arrestata banda: erano pronti a colpire

Responsabili di due rapine a maggio. Ecco come si è arrivati a loro

Tre rapinatori sono stati arrestati martedì mattina dagli investigatori della Squadra Mobile. Secondo le indagini, il gruppo sarebbe responsabile della rapina effettuata il 3 maggio in una gioielleria di largo Settimio Severo (zona corso Vercelli) che aveva fruttato 264 mila euro e di un'altra rapina effettuata il 9 maggio in corso Genova che ne aveva fruttati 63 mila.

I primi due ad essere stati individuati sono J.P., 34enne incensurata residente a Milano, e il suo convivente L.P., 47enne con precedenti. Secondo quanto emerso, i due entravano in gioielleria fingendo di voler acquistare qualcosa. La donna, vestita di scuro (di qui soprannominata "Dark Lady"), ha aperto la cassaforte (in largo Settimio Severo) e svuotato gli espositori (in corso Genova). L'uomo si occupava dei titolari delle gioiellerie, picchiati ed immobilizzati. In largo Settimio Severo era entrato anche un terzo complice. Il quarto, infine, faceva da palo. I due complici arrestati sono C.S. (con precedenti) e G.M., quest'ultimo incensurato con un impiego in zona corso Vercelli.

La refurtiva non è ancora stata ritrovata. Sequestrate invece due armi di cui una funzionante. Ai rapinatori si è arrivati attraverso le immagini della videosorveglianza e anche di Area C: i rapinatori hanno utilizzato auto e moto di proprietà.

Milano: rapinavano gioiellerie del centro, arresti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine in gioielleria, arrestata banda: erano pronti a colpire

MilanoToday è in caricamento