Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Pieve Emanuele / Via Roma

L'assalto della baby gang in stazione: due rapine, poi 13 contro uno picchiano il barista

Denunciati dodici minorenni, tutti tra i quindici e i diciassette anni, e un maggiorenne. I fatti

Nel pomeriggio avevano già colpito, approfittando anche della disabilità della vittima. Poche ore dopo sono tornati ancora una volta lì e quando un uomo ha cercato di opporsi lo hanno picchiato per poi fuggire. Una fuga terminata nel giro di pochi minuti, grazie ai carabinieri. 

Tredici ragazzini - dodici minorenni tra i quindici e i diciassette anni e uno appena maggiorenne - sono stati denunciati giovedì sera dai militari della compagnia di San Donato Milanese con le accuse di rapina impropria, lesioni personali e interruzione di pubblico servizio. 

Nel giro di qualche ora, stando a quanto accertato dagli stessi militari, il branco ha rapinato due volte il bar della stazione di Pieve. Nella prima occasione nel locale c'era soltanto la moglie del titolare, una donna invalida, che non ha potuto far nulla per opporsi ai tredici, che si sono allontanati con cibi e birre. Verso le 19, il nuovo blitz. Il proprietario, un italiano 54enne, ha reagito ma è stato pestato con violenza dalla baby gang. 

Proprio in quell'istante nello scalo ferroviario sono arrivati i carabinieri: cinque dei giovani sono stati fermati sul treno Pavia-Milano Bovisa su cui si erano rifugiati, mentre altri otto sono stati presi sul pullman 220 di Atm con cui stavano cercando di allontanarsi. 

Il titolare del bar, che ha riportato un trauma cranico e una ferita al ginocchio, è stato portato all'Humanitas di Rozzano, da dove è poi stato dimesso con una prognosi di sette giorni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assalto della baby gang in stazione: due rapine, poi 13 contro uno picchiano il barista

MilanoToday è in caricamento