Cronaca Calvairate / Piazzale Vincenzo Cuoco

Milano, uomo ferito a colpi di pistola: "Sono stati 5 italiani, mi hanno rapinato e sparato"

La vittima, 38 anni, ha raccontato di essere stata rapinata in piazzale Cuoco. La storia

Si è presentato dai carabinieri mentre loro portavano via un uomo che aveva appena seminato il panico fuori da un bus Atm. Poi proprio a loro ha spiegato di essere stato rapinato da un "gruppo di cinque italiani", che alla fine gli avrebbero sparato contro un colpo di pistola. E, nonostante un racconto pieno di "buchi" ancora da riempire, ai militari ha mostrato una ferita al piede perfettamente compatibile con un proiettile di piccolo calibro. 

Misteriosa aggressione mercoledì sera a Milano, dove un uomo di trentotto anni - un cittadino marocchino con precedenti per spaccio - ha denunciato di essere stato rapinato mentre si trovava in un parchetto di piazzale Cuoco insieme a un amico a bere una birra. Verso le 21.30 - stando al suo racconto -, cinque persone, tutte italiane, gli si sarebbero avvicinate e gli avrebbero ordinato di dar loro soldi e cellulare. 

L'uomo, sempre stando alla denuncia, avrebbe consegnato ai rapinatori 210 euro e avrebbe spiegato loro di non aver più nulla: a quel punto uno dei cinque gli avrebbe sparato un colpo di pistola al piede sinistro. Nonostante la ferita, però, il 38enne sarebbe andato via senza chiedere aiuto né chiamare i soccorsi, tanto che i carabinieri lo hanno trovato quasi tre ore dopo - verso mezzanotte e mezza - in via San Vigilio, fuori dal pronto soccorso del San Paolo. 

Video | Calci, pugni e sputi contro il bus Atm

Lì il ferito era insieme a un suo connazionale di trentuno anni - anche lui con piccoli precedenti per droga - che aveva tenuto fermo per mezz'ora un autobus Atm, colpendo il vetro con calci e pugni e minacciando di morte l'autista. Con ogni probabilità, i due - stando a quanto finora ricostruito dai militari - erano insieme nel parchetto in cui sarebbe avvenuta la rapina. 

In quel punto non ci sono telecamere, né al momento sono stati trovati testimoni che possano aiutare i carabinieri, ora al lavoro per verificare le parole della vittima e per capire come lui e l'amico fossero poi arrivati al San Paolo. I due sono entrambi finiti in ospedale: il 38enne proprio per la ferita al piede e il compagno che aveva bloccato il bus per il suo grave stato di ubriachezza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, uomo ferito a colpi di pistola: "Sono stati 5 italiani, mi hanno rapinato e sparato"

MilanoToday è in caricamento