menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Rapina un supermercato del Milanese e "lancia" soldi a uno sconosciuto. Tradito da una sigaretta

L'uomo è stato rintracciato e identificato grazie alle telecamere e al Dna

Nel mese di maggio compì una rapina a mano armata all'interno di un supermercato di Inveruno (Milano). Ora i carabinieri di Legnano lo hanno individuato e, su disposizione del gip, arrestato. Si tratta di un pregiudicato di 32 anni di Magenta.

L'uomo, il 12 maggio 2020, intorno alle quattro e mezza del pomeriggio, irruppe nel supermercato Conad con indosso un passamontagna; puntò una pistola a un dipendente e si fece consegnare l'incasso di circa 350 euro. Attraverso la visione delle immagini di sorveglianza gli investigatori hanno circoscritto il "raggio" dei possibili autori del colpo. Grazie a un tatuaggio a forma di croce sul collo, non è stato difficile identificare il 32enne.

Il riscontro finale della sua identità è stato grazie al confronto del Dna con tracce biologiche lasciate su un mozzicone di sigaretta trovato sul posto, abbandonato vicino a una panchina prima dell'ingresso nel supermercato per la rapina. Tra l'altro il 32enne aveva anche rivelato a uno sconosciuto le sue intenzioni delittuose, promettendogli una parte del bottino, e poi uscendo lanciò due banconote da cinque euro verso quello stesso uomo. Il magentino si trova ora a San Vittore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento