menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, finto cliente rapina il tassista: pistola al volto per i soldi, fermato pochi minuti dopo

In manette un 50enne, già ai domiciliari. È stato fermato pochi minuti dopo la rapina

Ha fatto in tempo a fare meno di un chilometro, poi è finito in manette. Un uomo di 50 anni, un cittadino italiano con precedenti, è stato arrestato nella notte tra martedì e mercoledì dopo aver rapinato un tassista. 

L'allarme, dato dallo stesso conducente, è scattato verso l'1.30 da via Lucca, in zona Bisceglie. Il guidatore si era fermato per far salire a bordo un presunto cliente, che però gli aveva puntato contro una pistola e lo aveva costretto a dargli tutti i contanti, 270 euro, per poi scappare. 

La fuga del rapinatore è durata davvero pochissimo. I poliziotti delle Volanti lo hanno trovato e fermato in via Nikolajevka, con ancora addosso i soldi e l'arma, una scacciacani riproduzione fedelissima di una Beretta 9*21 senza tappo rosso. Gli agenti hanno accertato, inoltre, che il 50enne era ai domiciliari e lo hanno quindi portato a San Vittore con le accuse di rapina aggravata ed evasione. 

Poco meno di un mese fa, il 10 e il 12 agosto, a Milano erano state messe a segno altre due violentissime rapine a tassisti, con i guidatori minacciati con un coltello alla gola. In manette per i due blitz erano finiti un 22enne e un 27enne, che avevano confessato di aver compiuto i blitz per trovare i soldi per comprare la cocaina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento