Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Montenapoleone / Via della Spiga

Rapina in via della Spiga, 6 banditi assalgono Franck Muller

I malviventi hanno lanciato molotov per coprire la fuga in direzione via Manzoni e via della dell'Annunciata

Guanti e passamontagna abbandonati (foto Mesa Paniagua)

Le prime chiamate ai carabinieri sono arrivate alle 11 e 40: Sei individui incappucciati, armati di spranghe, asce, mazze e bottiglie incendiarie hanno assalito l'orologeria Franck Muller in via della Spiga (razziata anche a febbraio). Il bottino, ancora non quantificato, è ingente. Le vetrine sono state mandate in frantumi e svuotate.

Durante l'azione militare un dipendente del negozio di preziosi, un italiano 39enne, è stato colpito allo stomaco con violenza. Trasportato al policlinico ha riportato un'emorragia alla milza, ma non è in pericolo di vita. Un altro impiegato, un libico di 58 anni, è stato ferito in maniera meno grave.

Dopo il colpo, i sei sono fuggiti a piedi in direzione di via Manzoni. Sulle loro tracce si era messo il titolare dell'orologeria, Niki Banyan, di origine armena. L'uomo non è nuovo a reazioni del genere: già nel 2001 aveva inseguito alcuni rapinatori. In questo caso è stato costretto a desistere dal lancio di bottiglie incendiarie. La banda, infatti, ha lanciato 3 molotov: una di fronte alla Franck Muller, un'altra dentro un cestino all'angolo con via Gesù e un'altra contro una bici parcheggiata all'angolo con via Borgospesso. 

Poi, dopo aver attraversato via Manzoni, la banda ha abbandonato una quarta molotov in via dell'Annunciata, e i malviventi hanno iniziato a disfarsi degli indumenti con i quali si erano travisati. Lungo tutta la via la scientifica ha ritrovato guanti, passamontagna, felpe, giubbotti nascoste tra le auto in sosta. 

Raggiunta via dei Giardini, i rapinatori avrebbero attraversato i Giardini Perego scavalcando il recinto sul retro e attraversando una costruzione che si affaccia in piazza Sant'Erasmo, su via Gastone Pisone. Lì, secondo le prime ipotesi, si sarebbero divisi. 

Sia dentro al gioielleri che lungo le vie della fuga sono in piena attività le indagini, condotte dalla sezione Rilievi e dal Nucleo investigativo dell'Arma. Fatto che ha attirato i numerosi turisti che transitano da via della Spiga: gli smartphone, poi, hanno fatto il resto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in via della Spiga, 6 banditi assalgono Franck Muller

MilanoToday è in caricamento