Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Rapina due ragazze in strada, riconosciuto da un tatuaggio

Il giovane era stato inseguito da un passante che però aveva avuto un infarto

Repertorio

E' stato individuato un giovane accusato di avere rapinato due ragazze a Vimodrone, nell'hinterland di Milano, rubando loro 300 euro dopo aver puntato un coltello. Il fatto era accaduto il 28 giugno e il giovane era stato inseguito da un passante di 50 anni, che però nella foga aveva avuto un infarto. Ricoverato in ospedale, l'inseguitore non è mai stato in pericolo di vita e ora sta bene.

I carabinieri, indagando, hanno scoperto l'identità del malvivente, un ragazzo di 21 anni pregiudicato e in affidamento terapeutico al momento del fatto. Un militare, visionando i filmati di una telecamera, ha riconosciuto un tatuaggio (conosceva già il 21enne) e ha chiuso il cerchio.

Il giovane è stato fermato per rapina sabato sera e trasferito al carcere Beccaria. Probabilmente gli verrà revocato l'affidamento terapeutico a causa della rapina del 28 giugno. Ma siccome quel provvedimento era stato comminato per reati risalenti a quando era minorenne, la destinazione "naturale" per la custodia è proprio il carcere minorile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina due ragazze in strada, riconosciuto da un tatuaggio

MilanoToday è in caricamento