Cronaca Baggio / Via delle Forze Armate

Milano, 'conquista' una donna a cena e la porta in albergo: poi la violenta e la rapina, arrestato

A dare l'allarme è stato il portiere. In manette un uomo di trentacinque anni. La storia

Quando si erano incontrati al ristorante, dove lei era con una sua amica, era stato gentile e galante. Modi educati, parole dolci, molti complimenti, tanto da convincere quella donna a passare qualche ora con lui in un albergo vicino. Una volta in stanza, però, si è trasformato: l'ha aggredita, l'ha molestata sessualmente e l'ha minacciata. Poi, dopo averle portato via i soldi, ha cercato di scappare, ma inutilmente. 

Un uomo di trentacinque anni - Hemilton S.S., ecuadoriano con precedenti - è stato arrestato mercoledì sera dalla polizia con le accuse di rapina e violenza sessuale su una donna di cinquantadue anni, cittadina peruviana. 

Le urla in hotel

L'allarme è scattato verso le 22.30, quando il portiere dell'hotel - un albergo a una stella in via delle Forze Armate - ha chiamato la polizia e ha raccontato di urla e richieste di aiuto che sentiva arrivare da una stanza al primo piano. 

Pochi secondi dopo, il dipendente della struttura ha capito il motivo di quelle grida: davanti a lui si è aperta la porta e si è presentata la 52enne con la camicetta strappata e visibilmente sotto shock che cercava di scappare dal "compagno", che la teneva bloccata per un braccio. Al loro arrivo, gli agenti hanno invece trovato l'ecuadoriano mentre cercava di fuggire dalla finestra della camera e lo hanno immediatamente bloccato. 

I complimenti a cena, poi la violenza

A ricostruire cosa era accaduto è stata la stessa vittima, a lungo ascoltata dai poliziotti. La donna ha spiegato di aver conosciuto il suo aggressore soltanto poche ore prima, mentre era a cena in un ristorante cinese in zona Bande Nere insieme a una sua amica. 

Il 35enne - conoscente dell'altra donna - le aveva incrociate per caso e si era fermato a parlare con loro. I suoi modi dolci e le tante attenzioni, ha confessato la 52enne, l'avevano convinta a seguirlo in hotel per trascorrere un po' di tempo insieme. All'arrivo - sempre stando alla denuncia della donna - l'uomo le aveva chiesto di pagare la camera, ma lei si era rifiutata. Una volta in stanza, però, l'aggressore si è accorto che dalla tasca posteriore dei suoi jeans mancava il portafogli e ha accusato la partner del furto. 

Da lì è iniziato l'incubo della vittima: il 35enne l'ha spinta contro un muro, le ha rubato il portafogli con 120 euro dentro e poi le ha tirato giù i pantaloni, toccandola con forza nelle parti intime. Soltanto il coraggio della donna, che è stata capace di fuggire e chiedere aiuto alla reception, ha convinto l'ecuadoriano a scappare. 

A quel punto, gli agenti lo hanno bloccato mentre cercava la fuga dalla finestra. Per lui si sono aperte le porte del carcere. La donna, invece, è finita all'ospedale San Carlo in codice verde. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, 'conquista' una donna a cena e la porta in albergo: poi la violenta e la rapina, arrestato

MilanoToday è in caricamento