rotate-mobile
Cronaca

Il bandito con lo smalto rosso sulle unghie e il cartello "rapina"

In manette un 41enne. Fatale per lui il dettaglio delle unghie smaltate

A volte non diceva nulla, portava a termine i colpi in silenzio, mostrando solo un cartello bianco con la scritta "Rapina". In altre occasioni improvvisava delle armi con gli attrezzi del mestiere che trovava a portata di mano, con cui minacciava chi si trovava dietro il bancone. Una volta avrebbe impugnato anche un bisturi, dicendo al farmacista: "Ti faccio diventare una donna". Altre volte avrebbe usato se stesso come arma, giocando sulla paura: "Ho l'Aids", diceva, provocandosi un vistoso taglio sul braccio da cui fuoriusciva del sangue. E alla fine scappava sull'auto della madre coi soldi.

Sono almeno otto i colpi contestati al presunto rapinatore che domenica è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto emesso dalla procura al termine delle indagini condotte dai carabinieri del comando provinciale di Monza. In carcere è finito un uomo di 41 anni, di Seregno, che avrebbe colpito tra le province di Monza e Brianza, Milano e Como. Nel mirino del 41enne sono finiti una gioielleria, tre farmacie, due hotel e un distributore di carburante.

Il dettaglio delle unghie rosse

Nonostante si cambiasse ogni volta d'abito per non far insorgere sospetti, a incastrare il 41enne è stato un dettaglio: le unghie smaltate di rosso. A condurre i carabinieri sulle sue tracce sono state le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza delle farmacie rapinate che in vari fotogrammi hanno ritratto in maniera nitida anche il volto del 41enne. Le indagini erano iniziate dopo il primo colpo, a una farmacia di Desio. Poi le altre rapine, tutte molto simili nella dinamica.

Il rapinatore per la fuga usava l'auto della madre: una Suzuki Ignis con cui poi faceva perdere le proprie tracce sconfinando fuori dalla provincia di Monza. Insieme ai tanti, vistosi, tatuaggi a "tradire" il rapinatore è stato proprio lo smalto rosso che aveva sulle unghie. In tutto, negli otto colpi, l'uomo sarebbe riuscito a mettere le mani su circa 6mila euro in contanti. Ora il 41enne si trova in carcere a Reggio Emilia dove è stato fermato e arrestato dopo aver rapinato l'ennesima farmacia. Con lo stesso copione. Il finale questa volta però lo hanno scritto gli investigatori. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bandito con lo smalto rosso sulle unghie e il cartello "rapina"

MilanoToday è in caricamento