menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tenta di assaltare e svaligiare la villa di un imprenditore: fermato insieme a due complici

È successo nella notte di giovedì, nei guai uno sloveno, un bosniaco ed un kosovaro

Avevano ricetrasmittenti, guanti in lattine e fascette elettriche. Secondo la polizia stavano per assaltare la villa di un imprenditore, ma per i presunti responsabili sono scattate le manette. È successo nella notte di giovedì 28 gennaio quando gli agenti della II sezione della squadra mobile di Milano, insieme ai colleghi della Questura di Vicenza, hanno arrestato tre uomini che — secondo le accuse — che stavano per  fare irruzione all’interno della villa di un imprenditore di Lonigo (Vicenza). Nei guai uno sloveno, un bosniaco ed un kosovaro. Il fatto è stato reso noto dalla questura attraverso un comunicato stampa.

I poliziotti erano sulle loro tracce già da diverso tempo. Erano diventati le loro ombre, tanto che alcuni giorni prima del “colpo di Vicenza” — quando il terzetto si trovava a Rimini — gli agenti sarebbero riusciti a sventare un assalto in villa grazie all'intervento tempestivo dei colleghi romagnoli che avevano simulato un controllo occasionale.

I poliziotti hanno continuato a seguirli e a intercettarli. Giovedì sera è scattato il blitz. Uno degli arrestati è stato fermato mentre stava cercando di scavalcare la siepe della villa: gli agenti si erano appostati lungo il perimetro dell’abitazione e sono entrati in azione appena lo hanno visto muoversi. I due presunti complici, invece, sono stati fermati e arrestati a bordo di un’automobile sulla strada provinciale. Durante la perquisizione sono stati sequestrati guanti in lattice, ricetrasmittenti, fascette elettriche e banconote per 4mila euro.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento