Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Rapinatori seriali arrestati nel Milanese

Agivano con una pistola giocattolo e colpivano bar, farmacie e supermercati. Si tratta di due pregiudicati

Due pregiudicati ritenuti responsabili di una serie di rapine nel Milanese sono stati raggiunti da ordinanze di custodia cautelare in carcere. Le indagini sono state condotte dalla radiomobile di Sesto San Giovanni. I due sono Vittorio P., 34enne di Palermo e Giandaniele N., 50enne, di Napoli ma residente in Brianza.

Si erano conosciuti nel settembre del 2013: uno dei due, Gianandrea N., era appena uscito dal carcere di Cremona, dove aveva finito di scontare la pena per altre rapine. I due, secondo quanto si apprende, hanno colpito farmacie, bar e supermercati nel mese di ottobre armati di pistola giocattolo priva del tappo rosso.

Sei i colpi messi a segno nel solo mese di ottobre. I due sono stati arrestati in flagranza dopo l'ultimo colpo, ai danni di un supermercato, e poi sono risaliti alle altre rapine per il "modus operandi" molto simile: la stessa pistola giocattolo, la stessa motocicletta, gli stessi caschi. Visionando poi le immagini di sorveglianza sono stati riconosciuti. Se il malcapitato tentennava nella consegna dell'incasso, non esitavano a usare minacce e botte per "farlo ragionare". Il bottino dei colpi variava tra i 200 e i 2000 euro.

Ecco i colpi. Il 22 ottobre a Monza (supermercato Dico, 400 euro di bottino), il 28 ottobre a Lissone (supermercato In's, 900 euro), il 31 ottobre ben tre rapine: alla farmacia Gorni di Cinisello (1.000 euro), al bar Rao Xiuji di Cinisello e al Gigante di Sesto San Giovanni (2000 euro).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinatori seriali arrestati nel Milanese

MilanoToday è in caricamento