Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Nove rapine in un mese e mezzo: latitanza "beati" al mare

Due ex tossicodipendenti che si erano conosciuti quest'estate in una comunità del Lodigiano sono i responsabili di ben nove colpi tra Milano e la Liguria. Soggiornavano in alberghi di Alassio

Il lungomare di Alassio (Sv), rifugio dei due rapinatori milanesi

I rapinatori seriali arrestati a Milano si erano conosciuti ad agosto nella comunità "Il Cammino" di Orio Litta, in provincia di Lodi. Sono entrambi milanesi ed ex tossicodipendenti il 29enne Claudio C. e il 38enne Massimo B., che nella notte di ferragosto sono fuggiti dalla comunità e si sono recati ad Alassio, sulla riviera ligure, cambiando vari alberghi.

Ad agire come rapinatore materiale (con una pistola giocattolo) era di solito Massimo B., mentre il complice lo aspettava in auto. Il bottino delle rapine è di circa 55mila euro, di cui 16mila recuperati al momento degli arresti.

Il primo ottobre è stato intercettato il 29enne, il giorno dopo il 38enne ad Alassio in un albergo, mentre stava per scappare (forse all'estero).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nove rapine in un mese e mezzo: latitanza "beati" al mare

MilanoToday è in caricamento