Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Arrestato "boss" 18enne: prendeva a cinghiate i coetanei

Arrestato un 18enne peruviano "leader" di una baby gang: rapinava i ragazzi del paese minacciandoli e picchiandoli con la cintura dei pantaloni. Aveva anche aggredito un macchinista

Il peruviano avrebbe aggredito anche un macchinista (foto Rovellini)

Voleva soldi, cellulari, orologi. Se alla sua gentile "richiesta" arrivava un rifiuto, erano "cinghiate", pugni, insulti. Un peruviano di 18 anni, residente a Garbagnate Milanese, con precedenti, così, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Saronno (Varese), a conclusione di un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio (Varese) perché ritenuto responsabile di rapina e lesioni aggravate ai danni di altri ragazzi.

L'indagine era stata avviata agli inizi del mese di giugno scorso, a seguito di una rapina consumata nel centro storico di Saronno ai danni di un ragazzo alla quale hanno fatto seguito altri due episodi analoghi. In tutte e tre le circostanze, a quanto è emerso, l'arrestato agiva con le medesime modalità: fermava i coetanei per strada e, se questi si rifiutavano di consegnare tutto quanto in loro possesso, non esitava ad aggredirli prendendoli a pugni oppure picchiandoli con la cintura dei pantaloni.

Allo stesso viene anche contestata un'aggressione a un macchinista del treno Saronno-Milano, avvenuta l'11 giugno scorso, e scaturita dal rifiuto del personale addetto di far salire sul convoglio la bicicletta del ragazzo. Le indagini proseguono per individuare possibili complici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato "boss" 18enne: prendeva a cinghiate i coetanei

MilanoToday è in caricamento