menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arresto

L'arresto

Due violente rapine in pochi minuti, arrestati 6 rom in via Idro, a Milano

Si sospetta che possano essere gli autori di una decina di colpi compiuti negli ultimi 20 giorni a Milano e provincia

Erano varie settimane che gli uomini della Squadra mobile di Milano, diretti da Alessandro Giuliano, investigavano su una serie di rapine molto violente commesse negli ultimi 20 giorni in città e provincia. Le modalità dei colpi erano sempre le stesse. Cinque o sei persone facevano irruzione all'interno di un esercizio commerciale, armi in mano (pistole e un fucile canne mozze), volto travisato dai passamontagna e guanti per non lasciare tracce. Portavano via i contanti e spesso aggredivano i commercianti, arrivando perfino a sparare in aria col fucile.

La frequenza dei colpi, una decina in 20 giorni, aveva acuito la preoccupazione degli investigatori che, collaborando con gli agenti del Commissariato Villa San Giovanni, avevano compreso che poteva trattarsi di personaggi gravitanti attorno al campo rom di via Idro.

E' così, che intorno alle 12 di lunedì, dopo aver saputo dai colleghi del reparto Volanti di una rapina con modalità simili all'interno dell'Eurospin di via Bagarotti (zona Baggio), dove era stato ferito un cassiere col calcio della pistola, gli uomini della Mobile si sono appostati nei pressi del campo rom, in via Doria a Cologno Monzese. Sapevano che i banditi, dopo aver rapinato il supermercato, erano fuggiti a bordo di una Seat bianca e che - se le loro ipotesi erano corrette - l'auto sarebbe dovuta arrivare lì. E così è stato.

Alle 13.30, arriva di gran corsa una Seat con a bordo sei uomini. L'intervento degli agenti è magistrale e riescono a fermare ad uno ad uno tutti i banditi (video dell'arresto). Nessuna sparatoria, nessun ferito ma solo sei arresti. Nella vettura - rubata sotto minaccia di pistola, domenica 28 settembre alle 23 sulla strada provinciale 26, a Bollate - i poliziotti hanno rinvenuto un revolver Ruger calibro 357 magnum, una semiautomatica Bernardelli calibro 22, un fucile a canne mozze, diversi passamontagna e 10.448 euro in contanti smistati in diversi sacchetti con l'insegna di un negozio per animali, lo ZooMegastore di via Vassallo, a Pessano con Bornago (Milano).

Particolare, quest'ultimo, che li colloca in un'altra rapina: intorno alle 13, infatti, il negozio di Pessano era stato assalito da una banda fuggita su una Seat. Quindi tra l'Eurospin e il campo in via Idro, i malviventi avevano avuto il tempo di svuotare le casse di un altro negozio. 

I sei arrestati sono tutti giovanissimi. Il più giovane, M. D., residente al campo di via Chiesa Rossa, ha 16 anni e il più anziano, Pierino Levacovich residente in via Quarti, 25. In carcere sono finiti anche Michele Braidic, 19 anni, residente al campo di via Idro; Branco Dylan Deragna, 19enne di via Chiesa Rossa; Marco Jevtic, 18enne, di via Quarti; Jeson Lossetto, 19enne con due indirizzi tra via del Tamigi e via della Senna a Bruzzano. Sono tutti accusati di rapina aggravata per i due colpi di lunedì. Le indagini proseguono per fare luce sugli altri colpi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento