menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei rapinatori in azione

Uno dei rapinatori in azione

Da Palermo a Milano per rapinare banche: colpi da 300mila euro, presi i banditi dell'Ubi

In manette 5 uomini, accusati di tre colpi tutti effettuati nelle filiali di Ubi banca a Milano

Da Palermo a Milano, quasi 3mila chilometri tra andata e ritorno, per mettere a segno i loro colpi. Sempre con un copione preciso e sempre contro lo stesso "obiettivo".

Cinque uomini, tutti cittadini italiani residenti nel capoluogo siciliano, sono stati arrestati dagli agenti della Squadra Mobile di Milano, coordinati dal dirigente Marco Calì, perché ritenuti responsabili di tre rapine riuscite ed un tentativo di rapina nelle filiali meneghine dell'Ubi Banca. 

La mente, l'esperto, il complice e i rapinatori a chiamata: la banda da 300mila euro

I colpi, avvenuti tra maggio e agosto 2019, hanno fruttato alla banda 297.931 euro in contanti. I cinque, stando a quanto finora appreso, sono tutti "trasfertisti", che partivano dalla Sicilia alla volta di Milano per mettere a segno il blitz e poi fare ritorno a casa, dove sono stati fermati. 

Il 9 luglio e il 7 agosto, nel giro di un mese, due rapine identiche erano avvenute all'Ubi di via Washington. In entrambi i casi i banditi - erano stati due a entrare in azione - avevano preso in ostaggio dipendenti e clienti, li avevano legati e chiusi in bagno, avevano atteso l'aperture delle casse temporizzate ed erano poi spariti con i soldi. Gli altri due blitz che vengono addebitati al gruppo sono avvenuti il 31 maggio e il 6 agosto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento