rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Si separano: lei torna in Ucraina con la figlia. Indagine per sottrazione di minore

Il caso di una coppia: lui, 28enne milanese, denuncia lei perché, nonostante il patto davanti al giudice tutelare, dopo l'estate non è tornata in Italia con la bimba

Lei, ucraina, è tornata nel suo Paese con la figlia di due anni. A Milano, il papà ed ex compagno della donna ha sporto denuncia: e la procura ha aperto un fascicolo per sottrazione di minori, un reato molto grave.

La vicenda inizia a maggio 2013: la coppia, che si era conosciuta qualche anno fa e aveva avuto una figlia nata in Ucraina e immediatamente riconosciuta da lui (quindi cittadina italiana), decide di separarsi. Come riferisce il Giorno, la donna (ex modella di 25 anni) va a Malpensa con la bambina, intenzionata a rientrare in patria, ma la polizia la ferma ed emette un divieto d'espatrio per entrambe. Tuttavia, poi, il padre (un italiano di 28 anni) acconsente al viaggio in Ucraina, a un patto: entro fine settembre la donna rientrerà con la figlia in Italia. Patto sancito davanti al giudice tutelare.

Il rientro non è mai avvenuto: per questa ragione ora il papà si è deciso a sporgere la denuncia dando di fatto il via all'inchiesta. L'ex modella, che sembra viva stabilmente ormai a Kiev con la figlia, rischia il mandato d'arresto internazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si separano: lei torna in Ucraina con la figlia. Indagine per sottrazione di minore

MilanoToday è in caricamento