Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

"Vado in Brasile, vieni a prendere le figlie". Ma poi le porta via con sé

Un caso di rapimento? Indaga la polizia pavese. La vittima è un tatuatore che vive a Milano, padre delle due bimbe

Rapimenti internazionali

Prima ha chiamato il suo ex convivente per affidargli le loro due figlie, dato che lei aveva intenzione di fare un viaggio nel suo Paese d'origine. Poi, però, all'appuntamento non si è presentata. E - rispondendo al telefono - ha comunicato all'uomo di essere già all'estero con le bambine, e di non avere alcuna intenzione di tornare in Italia.

Vittima di questa assurda vicenda è un uomo che ora abita a Milano e, di professione, è tatuatore. La sua ex è una 33enne brasiliana. I due, prima di lasciarsi, vivevano a Vigevano e avevano avuto due figlie che ora hanno tre e cinque anni. Quando la relazione si è interrotta, lui si è trasferito a Milano e lei è rimasta nella città ducale.

I due erano comunque rimasti in buoni rapporti e già di recente la donna si era recata in Brasile con le figlie. In quella occasione, l'uomo non aveva avuto alcuna difficoltà a firmare i documenti necessari a far espatriare le bambine. Occorre infatti ricordare che i minori di 14 anni, per poter viaggiare all'estero, devono avere il consenso di entrambi i genitori.

Quella volta, la donna era poi tornata regolarmente in Italia. Stavolta le cose sono andate in modo ben diverso. La questura di Pavia, che per competenza si occuperà del caso, probabilmente presenterà una rogatoria internazionale ai giudici brasiliani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vado in Brasile, vieni a prendere le figlie". Ma poi le porta via con sé

MilanoToday è in caricamento