Cronaca

Le forze dell'ordine: reati a Milano in diminuzione nel 2013

I numeri di bilancio di fine anno di polizia e carabinieri

Reati in diminuzione

I reati calano del 5,2% a Milano secondo il questore di Milano, Luigi Savina, che ha diffuso alcuni dati per tracciare un bilancio del 2013. E questo nonostante le due classifiche sulla qualità della vita in Italia (quella del Sole 24 Ore e quella di Italia Oggi) pongano il capoluogo lombardo tra le peggiori città nel Paese per quanto riguarda l'ordine pubblico.

A calare sensibilmente sono stati gli omicidi (-32%, dai 28 del 2012 ai 19 del 2013). Calano anche le lesioni dolose (-14,1%, attestandosi a 3.651 episodi), i furti (-6,5%, sono stati 151.653), le rapine (-2,3%, sono state 4.636), le violenze sessuali (-16,2%, sono state 394, molte da parte di persone conosciute dalla vittima). Aumentano invece i reati informatici, le truffe e la pedofilia.

Secondo i carabinieri, in provincia di Milano il decremento è stato del 3,45% rispetto al 2012: un dato che i militari hanno definito coerente con quello in possesso della polizia, e che riguarda prevalentemente fatti avvenuti fuori dal capoluogo. Secondo una nota dei carabinieri, "l'Arma ha proceduto per il 71% dei reati in provincia traendo in arresto 5.574 persone, con un incremento del 10,9% rispetto all'anno precedente, e denunciandone in stato di libertà 12.937, con un aumento del 7,46%".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le forze dell'ordine: reati a Milano in diminuzione nel 2013

MilanoToday è in caricamento