Sicurezza, a Milano i reati calano del 7%

I dati

Il tavolo in Prefettura

"Sei mesi di lavoro a Milano valgono forse come sei anni", il risultato? "I dati mostrano un calo dei reati". È quanto ha affermato il prefetto di Milano Luciana Lamorgese durante un incontro con i giornalisti in Prefettura. Presenti il questore Marcello Cardona, il colonnello dei carabinieri Canio Giuseppe La Gala,  il generale della finanza Paolo Kalenda e il comandante dei vigili del fuoco Gaetano Vallefuoco. Unico assente al tavolo: Antonio Barbato, messo alla porta in quegli istanti dal sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Secondo i primi dati snocciolati durante l'incontro nel primo quadrimestre del 2017 i reati sono complessivamente calati del 7% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Più nello specifico sono diminuite le rapine in casa e negli esercizi pubblici, il tutto con un aumento a due cifre per gli arresti: +17%. Non va bene, invece, sul fronte delle rapine sulla pubblica via, gli scippi e i borseggi: aumentati. Invariato, invece, il numero degli omicidi. Mentre calano del 40% le violenze sessuali. 

Numeri che hanno portato il prefetto Lamorgese a sottolineare come "la squadre della sicurezza pubblica è compatta e funziona". Secondo il questore di Milano Marcello Cardona nonostante i risultati siano positivi "la percezione di sicurezza non soddisfa ancora i cittadini e per questo sarà ulteriormente rafforzata la presenza di uomini sul territorio". Una misura su tutte? Proseguiranno i controlli in Stazione Centrale. E proprio su questo punto Cardona ha precisato: "Non si tratta di 'blitz' ma di azioni di controllo e identificazione". Non solo, sempre riguardo alle ferrovie Lamorgese ha parlato di un progetto di implementazione dei sistemi di sicurezza nelle stazioni ferroviarie e l'installazione di tornelli per controllare gli accessi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul fronte immigrazione, invece, 12mila dei 95mila migranti sbarcati in Italia sono arrivati in Lombardia. E proprio su questo tema il prefetto ha espresso soddifazione per come sta funzionando il protocollo per i migranti siglato da 76 sindaci alla presenza del ministro degli interni Minniti. Attualmente i comuni aderenti sono 82 e "da tre settimane siamo quasi alla piena normalità, non ci sono stati arrivi massivi, come si poteva temere con l'estate". Lamorgese ha voluto rimarcare : "Ho detto ai sindaci che l'attività del ministro Minniti avrebbe portato risultati: ci vuole più di un mese per vederli". "Il tempo ci ha dato ragione", ha aggiunto il prefetto Lamorgese, "speriamo che l'andamento" di arrivi di migranti "rimanga quello delle ultime tre settimane".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento