rotate-mobile
Cronaca

Rebecca, la 16enne rom con un futuro nell'arte

Sta diventando un caso mediatico la ragazzina rom che frequenta un liceo artistico a Milano: nel suo curriculum premi ed esposizioni. Ma il suo preside lancia un appello: "Per lei serve una borsa di studio"

Rebecca Covaciu ha 16 anni, è rom ed è iscritta al liceo artistico Boccioni di Milano grazie all'aiuto economico del preside e degli insegnanti, ma anche alla vendita dei suoi dipinti. La sua storia sta iniziando a interessare i mass-media, che in realtà qualche anno fa si erano già occupati di lei. E il presiden dell'istituto, Luigi Como, lancia un appello: occorre trovare una borsa di studio per farle continuare gli studi. "Noi - spiega - la stiamo aiutando in tutti i modi da un paio di anni". La prima occasione sarà la presentazione del suo diario con disegni ("L'arcobaleno di Rebecca - taccuino di viaggio di una ragazza Rom", Ur editore), il 24 ottobre a scuola, con la presenza di Lella Costa che leggerà alcune pagine.

"Mi hanno chiamato anche dal comune - continua il preside - ora che viene invitata anche in tv, ma non importa, quello che conta è riuscire ad aiutarla". Se il preside di un liceo artistico crede in lei, forse ci vede davvero una "stoffa" da artista. E in effetti la ragazza ha già vinto qualche premio. Nel 2008, nel corso della giornata della memoria, alcuni disegni furono esposti a Napoli nell'Archivio Storico che poi li ha acquistati. Sempre nel 2008 ha vinto il premio Unicef sul tema dei diritti dei bambini. E alcuni suoi disegni sono stati esposti al Museo d'Arte Contemporanea di Hilo (Stato delle Hawaii, U.S.A.), rappresentativi dell'arte dei rom in Europa e della condizione di emarginazione.

Insomma, una carriera da artista avviata che potrebbe però interrompersi sul nascere se non le sarà data l'opportunità di continuare negli studi. Quando era ancora una bambina, la sua famiglia partì dalla Romania e si trasferì in Italia (con tentativi in Spagna e Germania). Prima a Milano, poi in un paese della Basilicata dove alla famiglia è stato offerto da una coppia di italiani un affitto gratuito per un anno (indispensabile per poter frequentare la scuola), poi di nuovo nel capoluogo lombardo. Ora la famiglia vive in una casa, ma i soldi per continuare gli studi mancano. E Rebecca vende i suoi dipinti e disegni al mercatino dei Navigli, in attesa dell'agognata borsa di studio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rebecca, la 16enne rom con un futuro nell'arte

MilanoToday è in caricamento