rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Cronaca

I nullatenenti con il reddito di cittadinanza e i conti sui siti di poker online

Operazione della guardia di finanza. Scoperti nove furbetti del reddito di cittadinanza

Per lo Stato italiano erano nullatenenti, o quasi. Tanto che ogni mese ricevevano 700 euro di reddito di cittadinanza. Peccato, però, che ci fosse il trucco. La guardia di finanza di Varese ha scoperto nove "furbetti" che percepivano indebitamente il sussidio nonostante avessero dei soldi "nascosti" e non dichiarati. 

I nove, tutti residenti in Lombardia, sarebbero infatti risultati "titolari di conti gioco online" e - si legge in una nota - "pur dichiarando una situazione familiare di indigenza economica, ricaricavano ingenti somme di denaro sui conti sul web dedicati a poker, giochi da tavolo, scommesse sportive, tombola e bingo". Grazie alle analisi informatiche e alle banche dati, i militari hanno verificato che "nella domanda per accedere alla misura di sostegno avevano indicato conti bancari con saldi irrisori, in alcuni casi anche nulli, sui propri conti correnti", ma che loro stessi "arrivavano a ricaricare sui conti gioco online diverse decine di migliaia di euro all'anno, utilizzando fonti di reddito presumibilmente nascoste al Fisco".

Sono gli stessi finanzieri a sottolineare che i soldi presenti sui conti vanno segnalati nell'Isee perché "non è solo uno strumento attraverso cui si movimenta denaro, ma anche una sorta di portafoglio elettronico, poiché vi sono accreditati i bonus, le somme vinte ed i depositi" e soprattutto perché "dal conto gioco possono essere effettuati prelievi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I nullatenenti con il reddito di cittadinanza e i conti sui siti di poker online

MilanoToday è in caricamento