Cronaca

Registro delle badanti: ci sarà anche quella "di condominio"

Le assistenti saranno formate professionalmente. Da settembre gli anziani non poveri potranno ottenere assistenza comunale a pagamento

A Milano sarà istituito un registro per le baby sitter e le assistenti familiari. E' la novità illustrata dal comune martedì 28. Verrà istituita anche la figura della "badante di condominio". Tutto in collaborazione con il Pio Albergo Trivulzio e alcuni soggetti del Terzo Settore. Assistenti e baby sitter potranno anche contare su un sistema formativo per essere maggiormente qualificate. Questo tipo di servizio partirà il 10 febbraio.

Pronto anche un altro progetto, destinato agli anziani che finora venivano esclusi dall'assistenza a domicilio perché non abbastanza "poveri". Questo progetto partirà non prima di settembre 2014 e fornirà un ventaglio di servizi a pagamento, che potranno andare dalla consegna dei pasti a domicilio fino all'accompagnamento per visite mediche o altro. I primi a usufruirne saranno soltanto i non autosufficienti.

L'assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino garantisce che chi è seguito gratuitamente continuerà a esserlo. La novità sarà però l'eliminazione delle autocertificazioni, che saranno sostituite dalla presentazione della dichiarazione Isee. "Chi con un reddito superiore è oggi escluso dai nostri servizi e si affida al mercato, scegliendo spesso l'assistenza attraverso una rete informale", conclude Majorino, "potrà rivolgersi al comune e avere i medesimi servizi pagando in base alle proprie disponibilità".

Secondo stime recenti, le cosiddette "badanti" o assistenti familiari sono a Milano circa 32 mila, tra regolari e no. Il comune assiste più di quattromila anziani a domicilio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Registro delle badanti: ci sarà anche quella "di condominio"

MilanoToday è in caricamento