rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca

406 unioni civili in tre mesi: e nel 2013 si ampliano i diritti

La maggioranza è soddisfatta e pensa a nuovi diritti: dai servizi funebri ai contributi per gli affitti. Masseroli (Pdl): "Ma 400 sono pochi vista la campagna di comunicazione"

In tre mesi il registro delle unioni civili ha visto "firmare" circa 400 coppie. 406 per l'esattezza, numero che include coloro che si registreranno entro la fine del 2012. Di questi, circa il 30% è omosessuale. La maggioranza di centrosinistra è ovviamente soddisfatta e conta di superare "quota mille" per l'estate 2013. Secondo Daniela Benelli (Sel), assessore ai servizi civici, è un "chiaro segnale politico". Il registro comunale infatti può poco in termini di diritti. Sarebbe soprattutto il parlamento a poter e dovere operare per dare una svolta reale in questo senso. Al contrario il Pdl ritiene che il numero di coppie registrate sia esiguo "rispetto alla campagna di comunicazione effettuata" (Masseroli, Pdl).

Il 2013 dovrebbe anche essere l'anno dell'ampliamento (sempre a livello comunale) dei diritti. E' ancora la Benelli, per esempio, a spiegare che nella riscrittura del regolamento sui servizi funebri si terrà conto del registro delle unioni civili. E sarà rafforzato il contributo economico anche alle coppie non sposate che non riescono a pagare l'affitto.

"Il registro - spiega Pierfrancesco Majorino, assessore del Pd - è da valutare non solo e non tanto per la quantità di coppie che aderiscono, ma per il suo significato intrinseco".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

406 unioni civili in tre mesi: e nel 2013 si ampliano i diritti

MilanoToday è in caricamento