menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Renato Vallanzasca

Renato Vallanzasca

Renato Vallanzasca arrestato: ha cercato di rubare al supermercato

Era in permesso (deve scontare una pena a Bollate). E' stato sorpreso da un addetto alla sicurezza

Renato Vallanzasca è stato arrestato per avere cercato di rubare in un supermercato. Il noto esponente della mala, che deve scontare una condanna a quattro ergastoli al carcere di Bollate, è ammesso al lavoro esterno da un anno e stava beneficiando di una breve licenza premio. Processato per direttissima sabato mattina, accusato di rapina impropria perché avrebbe velatamente minacciato l'addetto alla sicurezza del supermarket, gli è stata sospesa la semilibertà.

Venerdì sera, alle otto, era all'interno dell'Esselunga di viale Umbria, a Milano, e arrivato alla cassa per pagare alcuni prodotti è stato fermato dall'addetto alla sicurezza, che gli ha chiesto di mostrare il contenuto della sua borsa ottenendo però da René un rifiuto. A quel punto l'addetto ha chiamato i carabinieri che hanno perquisito la borsa trovando altri oggetti sottratti dagli scaffali: due paia di boxer, una cesoia per giardinaggio e concime. Valore, 70 euro.

"Un'azione illogica, da non credere": questo il commento di Massimo Parisi, direttore del carcere di Bollate, che riferisce che "la semilibertà di Vallanzasca stava scorrendo in modo lineare". L'ex bandito della Comasina era semilibero da un anno e in questi giorni in licenza concessa per il comportamento integerrimo.

Davanti al giudice, Vallanzasca ha negato di avere cercato di rubare. Ha affermato, infatti, che la borsa gli era stata affidata da un conoscente. Ora la difesa del "bel René" potrebbe chiedere l'acquisizione delle immagini di videosorveglianza dell'Esselunga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento