rotate-mobile
Cronaca Duomo / Via Festa del Perdono

Statale, sei nomi per il "dopo Decleva"

In autunno si conoscerà il nuovo rettore dell'ateneo pubblico milanese. Sei nomi, di cui tre donne, tutti provenienti da facoltà scientifiche in lizza

Dopo il nuovo rettore della Bocconi, anche la Statale si prepara a cambiare il suo massimo dirigente. E' infatti partita la "campagna elettorale" per il nuovo rettore della Statale, che succederà a Enrico Decleva dopo undici anni di rettorato. Sono sei i candidati, di cui tre donne. Dopo l'eccezione dell'umanista Decleva (ordinario di storia contemporanea), i sei nomi provengono tutti dall'area scientifica. Ecco i candidati.

Giovanni Lucignani, direttore dell'unità di medicina nucleare e docente di diagnostica per immagini, è stato anche consulente di Fazio quand'era ministro della salute. E' del 1951. Francesco Ragusa, docente di fisica sperimentale con un curriculum di tutto rispetto: ha collaborato col Cern a Ginevra e ha fatto parte del team che ha scoperto il bosone di Higgs, la particella più piccola mai osservata, chiamata anche "particella di Dio". Il terzo uomo è il patologo 52enne Gianluca Vago, direttore del corso di medicina in lingua inglese. Poi le tre donne: Maria Domenica Cappellini, 63enne, direttrice di medicina interna al Policlinico. Paola Campadelli, preside di Scienze uscente. E infine Marisa Porrini, preside uscente di Agraria.

Tutt'e sei hanno raccolto più delle 108 firme necessarie per presentare la candidatura. Qualche rumor, raccolto da "Repubblica", indica nella Porrini e in Vago i due più "papabili", soprattutto in base alle firme effettivamente raccolte da entrambi. Ma i tre candidati provenienti da medicina potrebbero annullarsi a vicenda. Il sistema elettorale prevede due tentativi con maggioranza assoluta. Poi un eventuale ballottaggio tra i due più votati nella seconda tornata.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statale, sei nomi per il "dopo Decleva"

MilanoToday è in caricamento