menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo dove è avvenuta l'aggressione

Il luogo dove è avvenuta l'aggressione

Picchiato e inseguito da alcuni malviventi: il racconto di un padre di famiglia

Il fatto è accaduto venerdì sera a Rho. L'uomo ha raccontato la vicenda al quotidiano "Il Giorno". Sul fatto indagano i carabinieri della compagnia di Rho

Aveva parcheggiato la sua automobile vicino all'ex Baby Cresci di Corso Europa. Era sceso per fumare una sigaretta e chiamare la moglie. In macchina suo figlio, un ragazzino di 14 anni. Doveva essere una normale sosta, giusto per chiedere alla moglie se doveva fermarsi a fare la spesa al vicino supermercato, ma si è sfiorata la tragedia: è stato attaccato alle spalle e picchiato. Il racconto dell'uomo è stato pubblicato sulle colonne de "Il Giorno".

L'episodio è avvenuto nella serata di venerdì. L'uomo, dopo aver parcheggiato la sua automobile è sceso ed è stato subito aggredito. Prima una persona gli ha tirato uno schiaffo che lo ha fatto volare a terra, poi è arrivato un altro uomo che "mi ha dato dei calci al torace. Avevo paura, non capivo cosa stava succedendo, ma ho sentito mio figlio che gridava 'la pistola' scendendo dalla macchina", ha raccontato il 42enne al quotidiano.

Successivamente uno dei malviventi ha preso posto sul lato guida dell'automobile. Ma il padre di famiglia lo ha immediatamente buttato fuori dal veicolo. Poi è salito in macchina, ha ingranato la prima ed è fuggito lungo corso Europa. Nel mentre il figlio aveva avvertito le forze dell'ordine. 

I malviventi non si sono arresi: lo hanno inseguito a bordo di un'automobile. "Sono riuscito a scappare e ho raggiunto la caserma dei carabinieri per chiedere aiuto", ha proseguito nel suo racconto l'uomo. Sul posto sono intervenute due pattuglie dei carabinieri che hanno ascoltato e identificato i presenti.

L'accampamento, abusivo, è stato sgomberato e gli accessi sono stati bloccati con dei new jersey. Il 42enne è stato portato al pronto soccorso dove i sanitari gli hanno medicato le ferite riportate. Non si sa cosa abbia fatto scatenare la rabbia dei malviventi. Forse volevano rubargli l'auto, forse è stato scambiato per un curioso scomodo. Sul caso stanno indagando i carabinieri della compagnia di Rho. A loro il compito di ricostruire dinamica e movente della vicenda, oltre che individuare i responsabili. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento