Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Riapre il bar prima della fine della sospensione della licenza: denunciata

Il locale è abituale ritrovo di pregiudicati, spacciatori e irregolari

Repertorio

La polizia le aveva chiuso il bar sospendendo la licenza per 15 giorni, perché abitualmente frequentato da pregiudicati e spacciatori di droga. Ma la titolare, una cinese di 42 anni, aveva tranquillamente riaperto il locale riprendendo l'attività come se niente fosse. La cosa non è ovviamente sfuggita agli agenti del commissariato di zona (Scalo Romana), che giovedì 10 maggio, dopo avere constatato la riapertura, l'hanno indagata per inosservanza dei provvedimenti dell'autorità. 

Non solo: sempre nella stessa giornata all'interno del bar i poliziotti hanno sorpreso sette clienti di cui tre gravati da precedenti per reati contro la persona e il patrimonio, nonché in materia di armi.

Diversi, negli ultimi mesi, i controlli a cui il locale era stato sottoposto prima della sospensione della licenza per due settimane, scattata il 26 aprile. Il primo settembre 2017, per esempio, è stato sorpreso un uomo con un grammo e mezzo di cocaina e 280 euro ed un altro uomo con 410 euro in contanti e un foglio con un elenco di nomi e cifre, nonché un portafoglio con vari documenti intestati a persone diverse.

Ancora, il 18 ottobre è stato individuato uno spacciatore di hashish: ne aveva 13 grammi e mezzo, oltre ad un coltellino. Diversi poi i clienti pregiudicati, irregolari in Italia, destinatari di provvedimenti di rintraccio o di espulsione. In un caso, è stato trovato a giocare alle slot machines un uomo che in quel momento era detenuto in casa circondariale con permesso di assentarsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre il bar prima della fine della sospensione della licenza: denunciata

MilanoToday è in caricamento