Pezzi di ricambio di auto del gruppo VW sequestrati a Malpensa

Provenivano da Hong Kong ed erano destinati ad una società italiana della provincia di Bergamo il cui titolare è stato sequestrato

Uno dei pezzi di ricambio (foto Agenzia dogane)

Pezzi di ricambio di auto sono stati sequestrati a Malpensa dai doganieri e dai finanzieri. Si tratta di 320 parti di ricambio tra pastiglie di freni, filtri e altro ancora, di marchi del gruppo Volkswagen (Audi, Volkswagen, Seat e Skoda). Tra la merce anche 24 etichette adesive con i marchi suddetti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La merce proveniva da Hong Kong ed era destinata a una società italiana con sede in provincia di Bergamo. I tecnici del gruppo Volkswagen hanno confermato che si trattava di pezzi contraffatti. L'importatore è stato denunciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: lockdown totale per Milano e la Lombardia? Fontana smentisce

  • Anche a Milano esplode la rabbia, rivolta anti Dpcm: molotov, bombe e assalto alla regione

  • Follia a Il Centro di Arese, fratelli aggrediscono i carabinieri: "Infame, adesso ti taglio la gola"

  • Lockdown a Milano? Lunedì si decide il futuro della Lombardia. Ecco la situazione

  • Lombardia, nuova ordinanza: confermato il coprifuoco, recepite le regole del Dpcm

  • Bollettino coronavirus: 5mila contagi in Lombardia, boom di ricoveri. Ecco la situazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento