rotate-mobile
Cronaca Stazione Centrale / Piazza Duca d'Aosta

"È in Italia", killer 26enne ricercato in Francia trovato in stazione Centrale a Milano: preso

In manette un 26enne, cittadino tunisino, ricercato dalle autorità francesi per omicidio. I fatti

Le ultime ricerche lo posizionavano in Italia. E infatti così era. Un ragazzo di 26 anni, cittadino tunisino, è stato arrestato mercoledì mattina fuori dalla stazione Centrale di Milano perché ricercato in Francia con l'accusa di omicidio. 

Il giovane, stando a quanto riferito dalla Questura meneghina, era destinatario di un mandato di arresto europeo emesso dalle autorità transalpine per i reati di omicidio volontario e lesioni personali aggravate per aver ucciso un uomo durante un litigio. Dopo l'assassinio, evidentemente, era fuggito verso l'Italia, ma le sue mosse non sono sfuggite agli investigatori italiani e francesci. 

Nelle scorse ore, infatti, il centro di cooperazione di polizia e dogana di Ventimiglia ha inviato un alert ai colleghi milanesi sottolineando che il ricercato era di sicuro in Italia e che non ogni probabilità si trovava proprio nel capoluogo lombardo nei pressi della stazione, potendosi spostare soltanto in treno. 

In mattinata gli agenti hanno così cominciato a passare al setaccio piazza Duca d'Aosta e tutte le vie limitrofe. La svolta è arrivata quando i poliziotti hanno individuato un giovane che corrispondeva alla foto del ricercato e hanno quindi deciso di bloccarlo. La conferma è arrivata negli uffici della Polfer, dove le impronte hanno svelato che il killer fuggito dalla Francia era proprio lui. Per il giovane si sono aperte le porte del carcere di San Vittore in attesa dell'estradizione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"È in Italia", killer 26enne ricercato in Francia trovato in stazione Centrale a Milano: preso

MilanoToday è in caricamento