Cronaca Porta Vittoria / Corso Ventidue Marzo

Uomo arrestato in un hotel di Milano: era ricercato dalle autorità russe

In manette un 44enne ricercato in Russia per una condanna per armi

Tradito dall'alert alloggiati. Un uomo di 44 anni, nato in Francia ma cittadino russo, è stato arrestato giovedì mattina in un hotel di Milano in esecuzione di un mandato di cattura internazionale emesso proprio dalle autorità del suo Paese. 

I guai per lui sono iniziati quando si è registrato in un albergo di corso XXII marzo a Milano. Appena l'addetto alla reception ha inserito i suoi dati, il sistema alert alloggiati - che serve proprio per "rintracciare" eventuali ricercati - ha infatti inviato una segnalazione alle forze dell'ordine. 

Le volanti hanno subito raggiunto l'albergo e hanno controllato la stanza del 44enne, sequestrando 15 pillole di metadone, 12 dosi di Mdpv - meglio nota come "droga dell'amore" -, 4 confezioni di codeina e alcuni grammi di marijuana. Identificando il cliente dell'hotel i poliziotti hanno poi scoperto che era ricercato dalle autorità russe dopo una condanna a un anno e sei mesi emessa dal tribunale di Keromovo per violazioni della legge sulle armi. 

Anni fa, stando a quanto appreso, l'uomo era stato fermato in Russia e trovato in possesso di una pistola, che lui aveva detto di aver "recuperato" e preso in un bosco. Da lì la condanna e le manette, scattate sotto la Madonnina. Il 44enne si trova ora a San Vittore, accusato anche di spaccio, in attesa che vengano avviate le pratiche per l'estradizione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo arrestato in un hotel di Milano: era ricercato dalle autorità russe
MilanoToday è in caricamento