rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Gli arresti

I commercianti che rivendevano oro e diamanti rubati

Due arrestati: il giro d'affari era molto ingente. L'indagine aveva preso il via dall'arresto di un trasportatore accusato di oltre 20 furti

L'indagine ha preso il via dall'arresto dell'autista di un furgone, dipendente di una società di spedizioni con 'base' a Malpensa. Ed è finita con l'arresto di un commerciante di preziosi e di un titolare di un negozio 'Compro Oro'. L'accusa, per entrambi, è di ricettazione di gioielli e diamanti. 

L'autista, arrestato nel mese di gennaio del 2021, è stato sorpreso in flagranza di reato dai carabinieri, per avere rubato preziosi e diamanti per oltre 52mila euro, tutti recuperati e sequestrati; ma è accusato di almeno 23 furti, per un valore complessivo della refurtiva di 330mila euro.

Venduto un diamante da 24mila dollari

L'uomo, stando alle indagini condotte dai militari, piazzava la merce rubata nei negozi 'Compro Oro' tra le province di Milano e Varese. I due commercianti arrestati il 5 agosto (il titolare di un 'Compro Oro' di Gallarate e un commerciante di preziosi israeliano residente a Milano), tra il 2020 e la fine di gennaio del 2021 hanno rivenduto un diamante di 24mila dollari, oggetti in oro per 15mila dollari e tre diamanti per un totale di 6.500 dollari. Il negozio di Gallarate, di proprietà della compagna del commerciante che lo gestiva, è stato sequestrato su disposizione del gip di Busto Arsizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I commercianti che rivendevano oro e diamanti rubati

MilanoToday è in caricamento