Buccinasco, stop al trasloco del campo rom in via dei Lavoratori: "Nel terreno sono sepolti rifiuti illeciti"

Accolta la richiesta del consigliere M5S Alberto Schiavone, che il 25 settembre 2019 aveva denunciato a Milano Today la presenza di scarti edilizi nel campo destinato a ospitari i sinti

Ci è voluto quasi un anno per avere i risultati delle analisi effettuate dall'Arpa (l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente), ma alla fine lo smaltimento illecito di rifiuti è stato accertato e così il trasloco dei rom sinti nel terreno di via Lavoratori è stato annullato dal Comune. Accade a Buccinasco, alle porte di Milano, dove il 25 settembre del 2019 il consigliere 5 Stelle Alberto Schiavone aveva denunciato a Milano Today la presenza di scarti edlizi di ogni genere che affioravano dalla superficie di un campo che l'Amministrazione voleva destinare all'insediamento dei rom Sinti presenti sul territorio.

buccinasco_via_lavoratori-2

Lo smaltimento illecito

A comunicare la presenza di rifiuti illeciti è stato lo stesso sindaco di Buccinasco Rino Pruiti, che in risposta all'interrogazione fatta da Schiavone ha spiegato: "Sono state eseguite 12 trincee esplorative per verificare se vi siano dei rifiuti ed è emersa la presenza diffusa di latterizzi e materiale antropico. Dai confronti cartografici sui terreni si può presumere che tale materiale fosse presente da circa 25 anni". Il primo cittadino ha anche spiegato che le analisi sui rifiuti effettuate dall'Arpa non hanno evidenziato la presenza di agenti inquinanti che classificherebbe gli scarti come rifiuti pericolosi, riscontrando il superamento dei limiti di legge consentiti per gli idrocarburi solamente in un campione.

buccinasco_sinti-2

I rom Sinti di Buccinasco

È stato così annullato il trasferimento del campo nomadi presente da anni nella zona industriale della città, nomadi di etnia Sinti che vivono in alcune roulotte a pochi metri dal campo di via dei Lavoratori. E proprio in quel terreno il Comune di Buccinasco li sta per trasferirie, ignaro del fatto che sotto a quelle zolle, per centinaia di metri quadrati, si nascondeva uno smaltimento illecito di rifiuti. Solamente le analisi dell'Arpa, richieste più di un anno fa dal consigliere 5 Stelle Schiavone, avevano temporaneamente fermato il trasloco delle roulotte dei Sinti, trasloco che ora sembra definitivamente annullato per mano dello stesso sindaco Pruiti. "Per l'eventuale spostamento dei residenti del quartiere Terradeo (dove risiedono attualmente i Sinti, ndr), bisognerà rimuovere il materiale interrato oppure trovare altro lugo idoneo", spiega il primo cittadino in risposta all'interrogazione consiliare del 5 Stelle Schiavone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO: Nel campo tonnellate di rifiuti seppelliti

L'ombra della 'Ndrangheta

"Non posso sapere con certezza chi possa essere stato a seppellire qui i rifiuti, ma è certo che il sospetto che c'entri la malavita locale è forte e non sarebbe di certo una novità per questo comune", spiegava ancora Schiavone in quel settembre 2019. Perché in quel campo tutti quei rifiuti non possono essere stati seppelliti da una sola persona, e perché a Buccinasco, come nella vicina Corsico, il sospetto che in questi episodi c'entri la 'Ndrangheta è sempre presente. Come è sempre presente l'ombra delle famiglie Barbaro e Papalia, che sin dagli anni '70 hanno 'colonizzato' questa parte del milanese facendone il quartier generale al nord di una delle tre potenti mafie italiane: quella calabrese. Basti pensare all'inchiesta "Buccinasco più", quando nel 2010 si scoprì che la cosca di 'Ndrangheta Barbaro-Papalia aveva sepolto rifiuti tossici - diceva Schiavone mentre mostrava i rifiuti nel campo di via dei Lavoratori - Come se non bastasse l'amministrazione comunale avrebbe voluto trasferire in questo spazio i rom di etnia Sinti che ora campeggiano abusivamente poco distante. Si tratta di cittadini italiani regolari e residenti a Buccinasco, hanno il diritto di andare a vivere in un luogo sicuro, non certo in cima a una discarica abusiva che potrebbe essere stata fatta dalla 'Ndrangheta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: lockdown totale per Milano e la Lombardia? Fontana smentisce

  • Anche a Milano esplode la rabbia, rivolta anti Dpcm: molotov, bombe e assalto alla regione

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Follia a Il Centro di Arese, fratelli aggrediscono i carabinieri: "Infame, adesso ti taglio la gola"

  • Coronavirus e coprifuoco Milano e Lombardia: si possono comprare alcolici ai supermercati dopo le 18

  • Coronavirus, ecco la nuova autocertificazione per uscire durante il coprifuoco in Lombardia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento