menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Case popolari a Milano

Case popolari a Milano

Aler, via i cda: "Costano troppo e sono un poltronificio"

Accordo Lega-Pdl: le future Aler non avranno più consigli di amministrazione ma soltanto direttori generali. Maroni: "Raggiunto obiettivo del risparmio"

Inizia a delinearsi la riforma delle Aler lombarde. La novità principale, emersa lunedì dopo un vertice regionale tra Pdl e Lega, è che spariranno i consigli d'amministrazione, giudicati costosi e inutili. Come ha spiegato il governatore Roberto Maroni, sarà adottato il modello delle Asl, con un direttore generale che decide.

In questo modo il contenimento dei costi sarà piuttosto sostenuto e, per la Lega, assume meno importanza lottare sul numero delle future Asl. Numero che, comunque, continua a dividere il Carroccio dal Popolo della libertà. L'obiettivo è superare il modello attuale, ovvero 13 Asl, una per provincia più quella di Busto Arsizio. La Lega ne vorrebbe non più di quattro, il Pdl preferirebbe mantenerne almeno sei o sette. Entro il 26 novembre la maggioranza dovrà trovare un'intesa anche su questo, poi si passerà al voto in aula.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento