Cronaca

Violenze sessuali: chiesto il rinvio a giudizio per Alberto Genovese e l'ex fidanzata

Ora il gup deciderà. L'ex fidanzata è coinvolta nello stupro di Ibiza, Genovese anche in quello a Terrazza Sentimento

Chiesto il processo per due violenze sessuali per Alberto Genovese, 43 anni, e l'ex fidanzata Sarah B., 25 anni: la procura di Milano ha depositato gli atti che verranno ora vagliati dal giudice per l'udienza preliminare Chiara Valori. Per Genovese la richiesta di rinvio a giudizio riguarda l'episodio del 10 ottobre 2020 nell'attico di piazza di Santa Maria Beltrade, a Milano, denominato "Terrazza Sentimento", con vittima una ragazza di 18 anni, e quello accaduto il 10 luglio 2020 a Ibiza con vittima una 23enne. L'ex fidanzata è coinvolta soltanto in quest'ultimo episodio.

La notte dello stupro a Terrazza Sentimento

In entrambi i casi le giovani sarebbero state stuprate ripetutamente dopo essere state rese incoscienti con un mix di droghe (cocaina e droga dello stupro). Genovese è stato arrestato il 6 novembre mentre, secondo gli investigatori, stava pianificando una fuga all'estero. A maggio il gip di Milano ha respinto la richiesta di giudizio immediato per l'ex imprenditore trapiantato sotto la Madonnina mentre ora i legali potrebbero chiedere il rito abbreviato che, in caso di condanna, consentirebbe uno sconto di un terzo della pena oltre al processo a porte chiuse.

Genovese si trova in una comunità di recupero agli arresti domiciliari, con braccialetto elettronico. Ai magistrati ha sempre detto di avere agito sotto l'effetto della droga e di non avere avvertito "particolare dissenso" da parte delle ragazze. Inizialmente i magistrati hanno indagato anche su presunti abusi denunciati da altre due ragazze, ma il non aveva ritenuto credibili le testimonianze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze sessuali: chiesto il rinvio a giudizio per Alberto Genovese e l'ex fidanzata

MilanoToday è in caricamento