Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Ripetizioni e sesso: educatrice condannata a 4 anni

Faceva ripetizioni ad un ragazzino 13enne con problemi di adattamento e con lui aveva intessuto una relazione amorosa con rapporti sessuali. Per questo, una educatrice di 30 anni era stata arrestata lo scorso luglio a seguito della denuncia della mamma del giovane. Condannata a 4 anni, oggi ha chiesto la revoca del provvedimento

Era finita in manette lo scorso 21 di luglio, sorpresa dai carabinieri in atteggiamenti inequivocabili con il suo alunno di 13 anni. Così una educatrice di 30 anni era stata arrestata con l'accusa di atti sessuali con minore di 14 anni (in questo caso per il codice penale non incide il consenso del minore). Oggi la condanna del gup di Milano, Franco Cantù Rajnoldi: 4 anni. Il giudice ha riconosciuto anche un risarcimento di 30mila euro a favore della vittima.
  I due erano stati trovati in casa di lei in atteggiamento inequivocabile  

La presunta relazione fra alunno e maestra era stata scoperta la scorsa estate dalla mamma del ragazzo, un adolescente con problemi di adattamento che riceveva sostegno dalla insegnante. L'educatrice lavorava per una cooperativa che gestisce servizi di assistenza per minori con disagio psichico per conto del Comune di Milano.

La madre del 13enne si era insospettita leggendo alcuni sms sul telefonino del figlio che, inequivocabilmente, testimoniavano una relazione tra i due. Da qui le indagini dei carabinieri culminate con il blitz in casa della donna che ha sorpreso i due in atteggiamento intimo. La maestra si trova attualmente agli arresti domiciliari ma ha chiesto oggi al gup la revoca della misura. Il giudice si è riservato di decidere.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripetizioni e sesso: educatrice condannata a 4 anni

MilanoToday è in caricamento