menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ambulanza

Ambulanza

Partita di calcio amichevole tra 14enni finisce in rissa e con un minore in ospedale

Il fatto durante la giornata di domenica

Calcio giovanile violento. Non è una novità ma colpisce la frequenza con la quale avvengono questi episodi. L'ultimo è avvenuto nella zona Nord-Ovest di Milano, in periferia. Durante una partita amichevole due squadre del campionato allievi provinciale. Già durante tutta la gara c'erano state continue entrate dure. L'arbitro però, visto il clima 'amichevole', ha scelto scelto di lasciar correre.

In particolare, racconta Il Giorno, un giocatore della squadra ospite (dell’hinterland milanese), più esagitato degli altri, continua con il suo atteggiamento violento e provocatorio nei confronti dei padroni di casa anche dopo il triplice fischio. Al rientro con uno scatto d’ira sbatte una porta in faccia ad un avversario, colpendolo in pieno volto. Peggio di un pugno, perché esce sangue e per ricucire la ferita occorrono punti di sutura.

A quel punto scoppia il caos. Fino a quando i padroni di casa non chiamano le forze dell'ordine. Si attende una maxi-squalifica per il ragazzino rissoso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento