Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Sciopero e treno cancellato, i viaggiatori si infuriano e in stazione deve intervenire la polizia

Mancavano le condizioni di sicurezza per far partire il treno. Tutti i dettagli

Già lo sciopero aveva messo a dura prova i nervi dei viaggiatori, ma la notizia del treno cancellato li ha mandati su tutte le furie.

Domenica 20 gennaio alla stazione di Domodossola è dovuta intervenire la polizia di frontiera per calmare gli animi dei passeggeri in attesa del treno. Oltre ai molti convogli soppressi a causa dello sciopero del personale di Piemonte e Valle D'Aosta è infatti arrivata la notizia che il treno delle 17.58 diretto a Milano Porta Garibaldi non avrebbe lasciato la banchina perchè troppo sovraffollato.

Il personale di Trenitalia ha annunciato ai viaggiatori che mancavano le condizioni di sicurezza per far partire il treno, così i passeggeri avrebbero dovuto attendere quello successivo, che però a causa dello sciopero avrebbe potuto subire ulteriori ritardi. Le proteste sono state numerose e gli animi si sono scaldati, tanto che la polizia di frontiera, che ha la sede nella stazione, è dovuta intervenire per placare i viaggiatori ed evitare che la situazione degenerasse. Nella discussione un uomo, poi identificato dagli agenti, avrebbe insultato il personale di Trenitalia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero e treno cancellato, i viaggiatori si infuriano e in stazione deve intervenire la polizia

MilanoToday è in caricamento