Cronaca Porta Ticinese / Piazza Ventiquattro Maggio

Il rider pestato e 'accoltellato' dal branco con catene e cocci di bottiglia

Il folle pestaggio domenica notte in Darsena. Denunciati tre uomini

In sei, sette contro uno. Senza un motivo, solo per sfogare la violenza. Ennesima notte di sangue in piazza XXIV maggio a Milano, teatro sempre più spesso di risse, aggressioni e pestaggi. 

L'ultimo a farne le spese, verso le 3 di domenica, è stato un 20enne del Gambia, che lavora come rider. Stando a quanto ricostruito e riferito dalla Questura, il giovane si trovava fuori dal McDonald's in Darsena in attesa di ritirare l'ordine, quando a pochi passi da lui sarebbe scoppiata una rissa tra due gruppi di nordafricani. 

Al momento di partire per la consegna, il fattorino avrebbe percorso pochi metri prima di essere fermato - secondo il suo racconto - da sei o sette persone. Il giovane sarebbe quindi stato pestato con una catena di ferro e colpito con dei cocci di una bottiglia di vetro, tanto che è poi finito al pronto soccorso del Policlinico, da dove è stato dimesso con una prognosi di quindici giorni per ferite al volto e al collo. 

Prima di finire in ospedale, però, è stato lui stesso ad indicare ai poliziotti alcuni dei suoi aggressori, che sono stati trovati poco lontano, all'angolo con viale Gorizia. Gli agenti hanno fermato un 21enne e due 25enni - tutti marocchini e tutti con precedenti -, che sono stati denunciati a piede libero con l'accusa di lesioni aggravate in concorso. Il lavoro dei poliziotti prosegue per identificare gli altri uomini che hanno preso parte all'aggressione, soprattutto quello che ha sferrato i fendenti e i colpi più violenti. 

Quella stessa notte, tra la Darsena e i Navigli, si sono verificate altre due violente risse. Anche lì copione identico: calci, pugni e colpi di catena. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il rider pestato e 'accoltellato' dal branco con catene e cocci di bottiglia

MilanoToday è in caricamento