menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rissa a Cassina de' Pecchi

Rissa a Cassina de' Pecchi

Rissa in azienda a Cassina de' Pecchi: secondo giorno consecutivo di tafferugli

C'erano già state difficoltà anche giovedì mattina. Il bilancio è di otto carabinieri e cinque operai contusi. Due operai in stato di fermo

Venerdì mattina è scoppiata una nuova rissa è all'esterno della ditta di Cassina de' Pecchi  (Milano) dove giovedì c'erano stati alcuni contusi dopo alcuni tafferugli, la Dielle. Il bilancio del secondo giorno di tafferugli è di otto carabinieri e cinque operai contusi. Due operai sono in stato di fermo.

Nella ditta, che si occupa di riciclaggio della plastica, giovedì mattina c'erano stati vari scontri durante una protesta dei dipendenti contro la titolare (una donna di 58 anni) per la scarsa sicurezza nell'ambiente lavorativo, ma anche perché alcuni operai sono stati licenziati durante un passaggio di gestione.

La tensione era rimasta nell'aria e infatti 24 ore dopo in via Galileo Galilei la scena è più o meno la stessa: nuovo blocco e scoppia una rissa: cinque operai contusi e tre in ospedale. Due di loro sono cittadini extracomunitari che lavorano in una delle cooperative appaltatrici subentrata alla silurata Fast Service, tra i contusi anche la titolare dell’azienda Dielle e suo figlio. 

Adesso, racconta Il Giorno, sarà lo stesso comune a cercare di trovare un accordo tra le parti, dopo vari mesi di tensione.

Sul posto sono intervenute due ambulanze del 118 e i carabinieri di Cassano d'Adda.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento