menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Frame da video sui social

Frame da video sui social

Risse, insulti social e violenza: la folle estate ligure del trapper milanese e degli amici

Denunce e fogli di via della polizia di Rapallo dopo due folli risse a Santa Margherita

Da Milano alla Liguria, con un carico di violenza, botte, sangue e devastazione. È la folle estate di un trapper meneghino, 18 anni, e dei suoi amici che - stando alle indagini della polizia - nel mese di luglio hanno dato vita a una personalissima faida con una "gang" rivale, della quale farebbe parte un trapper romano. 

Due gli eventi più "forti": il 1 luglio e la notte successiva decine di ragazzi si erano sfidati in una violentissima rissa a Santa Margherita Ligure fronteggiandosi in mezzo alla strada nella via centrale della movida della cittadina di Levante. Sabato, dopo un paio di settimane di indagine e dopo 4 fogli di via che avevano colpito 4 giovani milanesi, gli agenti del commissariato di Rapallo hanno denunciato un 21enne di Roma e un 18enne di Lavagna, entrambi residenti proprio nel Levante genovese, con l'accusa di istigazione a delinquere. 

Il gavettone e l'appuntamento sui social

"I fatti si riferiscono alla sera del 1 luglio e la notte tra il 2 e il 3 quando due gruppi di adolescenti, uno giunto per vacanza da Milano e l’altro della zona, hanno turbato l’ordine e la sicurezza pubblica a Santa Margherita fronteggiandosi con violenza - si legge nella nota della polizia -. Dai racconti dei testimoni ma soprattutto dai numerosi video, girati dai presenti e condivisi sui social, gli agenti del commissariato di Rapallo hanno ricostruito gli avvenimenti e sono giunti a rintracciare i due responsabili".

I poliziotti sono anche riusciti a capire il perché di tanta violenza: a seguito di un gavettone che il gruppo di Milano avrebbe fatto ad alcuni amici dei due indagati è infatti cominciata una rivalità tra le due "bande", "che dopo diversi incontri caratterizzati da sfide e provocazioni, anche sui social, sono infine giunti allo scontro fisico". E le immagini dello scontro fisico erano poi finite su Instagram e Facebook con tanto di commenti soddisfatti. 

Il 21enne e il 18enne, ha fatto sapere ancora la polizia, "sono stati denunciati per aver inviato sul profilo social del leader della fazione milanese, un noto artista trap, un invito a raggiungere il loro gruppo a Rapallo per affrontarsi. Visto che il video messaggio non aveva raccolto adesione da parte dei milanesi, i giovani locali si erano recati numerosi sotto l’abitazione del gruppo rivale", con le conseguenti risse. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento