Cronaca

Militari a Milano: per Pisapia potrebbero tornare "i presidi"

Nessuna pattuglia come durante "Strade sicure". Ma sì ai presidi fissi. E il sindaco avverte: "Niente polemiche, bisogna stare uniti. Milano è sicura"

La Russa in rassegna coi militari a Milano durante "Strade sicure"

Potrebbero tornare presto i militari a Milano. Quelli che ai tempi dell'operazione "Strade sicure" pattugliavano la città insieme a membri delle altre forze dell'ordine (poliziotti, finanzieri o carabinieri) sarebbero stati riconcessi 'in forma lieve' dal sindaco Giuliano Pisapia. 

I gravissimi fatti di cronaca nera di sabato scorso - un folle che, a picconate, ha ucciso tre persone - hanno fatto montare la polemica sulla sicurezza a Milano, con l'opposizione a Palazzo Marino che giovedì presenterà una mozione in Consiglio per il ritorno dei militari nei quartieri. 

Quello che pensa il primo cittadino, tuttavia, è un po' diverso. Si tratterebbe di presidi fissi, in zone d'importanza strategica (Stazione centrale, ambasciate): "Ho sempre detto, e ne ho parlato oggi con il ministero dell'Interno, che non siamo assolutamente contrari all'esercito nei presidi fissi, anzi abbiamo chiesto ufficialmente che ci sia, perché è utile alla città e consente a carabinieri, poliziotti e vigili di pattugliare meglio il territorio".

E poi Pisapia precisa: "Milano resta comunque sicura. Sul territorio ci siano le forze dell'ordine che conoscono il tessuto cittadino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Militari a Milano: per Pisapia potrebbero tornare "i presidi"

MilanoToday è in caricamento