rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Porta Vittoria / Via Carlo Freguglia

Scontro in procura: Robledo denuncia Bruti Liberati

Motivo, il capo procuratore avrebbe compiuto irregolarità nell'assegnazione dei fascicoli ai vari pool, divisi per competenze

Scontro ai vertici in procura: Alfredo Robledo, procuratore aggiunto, ha denunciato Edmondo Bruti Liberati al Csm. Lo riporta il "Corriere" e si tratta di una iniziativa senza precedenti, destinata a fare rumore. Ma perché?

Robledo accusa il suo capo di gestire in modo irregolare l'assegnazione dei fascicoli, "svuotando" di fatto il pool dei reati contro la pubblica amministrazione. Vari i casi: ad esempio, l'indagine su Silvio Berlusconi (gennaio 2011) per concussione e prostituzione minorile assegnata ai pm Boccassini e Sangermano e non al dipartimento competente sul reato di concussione, che tra i due è il più grave per il codice. Esattamente la stessa cosa che accade per il fascicolo sulla falsa testimonianza e la corruzione in atti giudiziari, relativo a testimoni del processo Ruby.

E infine il caso dell'ipotesi di turbativa d'asta, relativo alla vendita di Sea da parte del comune di Milano al fondo F2i di Vito Gamberale. Una intercettazione dei magistrati fiorentini venne inviata alla procura di Milano perché si parlava proprio di quel caso, ma nonostante l'affidamento al pool di Robledo del 9 dicembre 2011, il procuratore aggiunto ricevette il fascicolo soltanto nel marzo successivo, dopo che gli organi di stampa ne avevano già parlato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro in procura: Robledo denuncia Bruti Liberati

MilanoToday è in caricamento