Nomadi: vicesindaco incontra residenti del Rubattino, Tettamanzi: "Chiudere il Triboniano"

Oggi De Corato farà gli auguri di Natale agli abitanti del quartiere che ha ospitato un grande capo rom, ringraziandoli per la pazienza avuta. L'arcivescovo di Milano invece farà visita ai bambini

I rom continuano ad essere al centro delle polemiche. Nel giorno in cui l'arcivescovo di Milano, cardinale Dionigi Tettamanzi, incontrerà i bambini rom del campo di via Triboniano, il vicesindaco Riccardo De Corato porterà gli auguri di Natale ai residenti del quartiere Rubattino, dove qualche mese fa è stato sgomberato un grande accampamento nomade abusivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa mattina l'arcivescovo di Milano ha incontrato anche  il comitato di quartiere del Triboniano. "Dobbiamo tutti quanti insieme ragionare e trovare una soluzione che sia davvero rispettosa di tutti, dei diritti di tutti, delle esigenze e dei doveri di tutti: il desiderio e la speranza è quella di chiudere il campo di Triboniano e trovare una soluzione più umana per questa gente", ha dichiarato prima di recarsi al campo.

"Farò gli auguri natalizi - ha spiegato De Corato - e ringrazierò i cittadini per la pazienza che hanno avuto nel sopportare l'abusivismo dei nomadi". Decisamente diversa dunque la posizione del vicesindaco di Milano nei confronti dei rom.

Rubattino è anche il quartiere dove alcune famiglie italiane, recentemente insignite dell'Ambrogino d'oro, si sono prese cura dei bambini rom vittime degli sgomberi ed hanno apertamente contestato l'amministrazione meneghina.

"Contro l'abusivismo dei nomadi - ha concluso De Corato - il Comune di Milano ha mantenuto una linea di fermezza che ha dato importanti esiti anche in quella zona, come dimostra lo sgombero in settembre dell'area ex Innse che era occupata da 200 rom romeni".

Le opposte iniziative di Tettamanzi e De Corato, cadono in una settimana segnata dalla decisione del tribunale civile di assegnare le case ai rom del Triboniano e dall'apertura di un'inchiesta da parte della Procura nei confronti del Comune di Milano per accertare  se ci sia stata o meno una discriminazione razziale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento