Cronaca Cascina Gobba / Cavalcavia Cascina Gobba

Sgombero rom Lambro in via Palmanova: baracche distrutte

La polizia locale aveva evacuato i rom per il rischio dell'esondazione del fiume

Il Lambro dal ponte di via Palmanova

Dopo avere evacuato i rom (tra cui alcuni minori) che si erano accampati sulle sponde del fiume Lambro vicino al cavalcavia Cascina Gobba, la polizia locale nella giornata del 27 dicembre ha provveduto ad abbattere le baracche. L'evacuazione d'urgenza si era resa necessaria, nel pomeriggio di Santo Stefano, per il forte nubifragio e le possibili conseguenze sulle famiglie che vivevano lungo il fiume, che poteva esondare da un momento all'altro.

I rom sono stati sistemati nei centri d'emergenza del comune di Milano. Si è trattato di 16 persone, tra cui 4 minori. "L'area è soggetta a frequenti occupazioni e difficile da mettere in sicurezza", ha spiegato Marco Granelli, assessore alla polizia locale, che ha agito con il vicesindaco Lucia De Cesaris sul piano amministrativo. Si tratta infatti di un'area di proprietà in parte di privati e in parte del Demanio dello Stato. Nei prossimi giorni la polizia locale presidierà l'area per evitare nuove occupazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgombero rom Lambro in via Palmanova: baracche distrutte

MilanoToday è in caricamento