Cronaca corso Como

Ruby: "Mi hanno cacciata dall'Hollywood". La discoteca: "E' una balla"

Presunta disavventura per Karima El Mahroug, in arte Ruby. Lei denuncia all'Ansa di essere stata respinta dopo un invito dell'Hollywood. La disco: "Non abbiamo bisogno di questa pubblicità"

Disavventura notturna per Karima El Mahroug (nell'immagine da Tipoff), in arte Ruby, nella famosa discoteca di Milano 'Hollywood' in corso Como. Secondo quanto riferisce all'ANSA la ragazza, dopo essere stata invitata, è stata poi mandata via "forse solo - dice - per fare un po' di notizia e pubblicità". "Ero stata chiamata per un'ospitata - racconta Ruby - e davanti al locale ho trovato tanti paparazzi". I problemi sono cominciati, "quando non hanno voluto far entrare il mio manager e un mio amico".

"Poi - prosegue Ruby - senza un motivo valido, una volta all'interno del privé, mi hanno chiesto di andare via. Credo sia stata tutta una manovra, forse mi hanno usata per farsi un po' di pubblicità". "Voglio farlo sapere - conclude Ruby - perché non mi fa piacere se poi dicono sui giornali che non mi hanno fatto entrare in un locale. Io ero stata invitata e poi mi hanno mandata via".

Piccata la replica della famosa discoteca milanese: "La "Signorina Ruby" non è stata respinta dalla discoteca Hollywood, un locale talmente famoso che non ha bisogno di 'paparazzate' per farsi pubblicità". "Un locale che ha ben 25 anni di fama internazionale e che annovera tra i sui clienti nomi come Mick Jagger o Charlize Theron piuttosto che Russel Crowe, Jessica Alba, Naomi Campbell (solo per citare alcuni delle migliaia di illustri personalità che abbiamo ospitato) - si legge nella nota - non ha certo necessità di farsi pubblicità attraverso paparazzate che, anzi, non sono né sollecitate né gradite dalla Direzione della Discoteca Hollywood".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruby: "Mi hanno cacciata dall'Hollywood". La discoteca: "E' una balla"

MilanoToday è in caricamento