Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Caso Ruby, pm Fiorillo: "Maroni non disse il vero"

"Quando Maroni andò in Parlamento a dire che la polizia aveva affidato a Nicole Minetti la minorenne Ruby "secondo le mie disposizioni" riferì "cose non vere": così il pm Fiorillo

"Quando l'allora ministro dell'Interno Roberto Maroni "andò in Parlamento a dire che la polizia aveva affidato" a Nicole Minetti la minorenne Ruby "secondo le mie disposizioni" riferì "cose non vere".

Lo ha detto lunedì in aula a Milano il pm minorile Annamaria Fiorillo sentita come testimone al processo sul caso Ruby a carico di Silvio Berlusconi (indagato per prostituzione), parlando del procedimento aperto nei suoi confronti davanti al Csm.

"Ho sempre mantenuto ferma la mia posizione e cioé che la ragazza venisse affidata ad una comunità", ha detto ancora il pm, ricordando le quattro telefonate ricevute nell'ormai nota notte in cui la minorenne venne trattenuta in questura e poi affidata a Nicole Minetti, poi consigliere regionale Pdl. La Fiorillo ha ribadito di aver dato disposizioni di "metterla in comunità" per il sospetto che "svolgesse attività di prostituzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Ruby, pm Fiorillo: "Maroni non disse il vero"

MilanoToday è in caricamento